Beagle

Beagle sul prato

Beagle: origini, caratteristiche e carattere di questa razza

Il beagle, o bracchetto, è un cane di origine inglese, selezionato come cane da caccia. Ad oggi è molto diffuso come cane da compagnia.

Come il dalmata, appartiene 6° gruppo – “Segugi e cani per pista di sangue” – Sezione 1A – “Cani da seguita” della classificazione FCI (Fédération cynologique internationale).

Origini del beagle

I beagle, in origine, venivano utilizzati per cacciare animali come conigli, fagiani, volpi, cinghiali e la piccola selvaggina, e proprio per questa loro attitudine sono definiti cani da lavoro.

Il loro compito è quello di seguire le tracce (l’hai mai visto alzare la zampa anteriore?) che gli animali lasciano sul terreno e segnalarle al cacciatore tramite il latrato.

È una razza molto antica. Nel XIII secolo era considerato uno dei cani più belli. La sua diffusione è avvenuta in tutta Europa, e la razza ha iniziato poi ad essere allevata per scopi diversi dai diversi paesi. Per esempio:

  • in Francia il beagle era ricercato principalmente per le sue doti e prestazioni nella caccia;
  • in Inghilterra non era considerato un buon cane da caccia proprio per le sue piccole dimensioni, ed era ricercato maggiormente come cane da esposizione e da compagnia;
  • in Italia è per la maggior parte diffuso come cane da compagnia.


I beagle Elizabeth

Hai mai sentito parlare dei beagle Elizabeth?

Dal nome e della loro origine, è possibile dedurre facilmente che sono stati chiamati così in onore della regina Elisabetta I.

La loro particolarità era la dimensione: misuravano dai 18 ai 25 cm d’altezza e, proprio perché così ridotta, costituiva un limite. Non riusciva facilmente a riprodursi per cui, con il tempo, iniziarono a scomparire.

Lo standard del “mini-begale” ad oggi non è più ammesso. Per cui cani di altezza inferiore a 33 cm sono fuori dallo standard.

Muso del beagle

Caratteristiche del beagle

Il beagle é un cane di taglia media, tra i 33 e i 40 cm ed un peso che varia dagli 11- 16 kg per la femmina, ai 12-20kg per i maschi.

Il corpo è robusto e compatto, gli occhi grandi e scuri, le orecchie lunghe con le estremità arrotondate e la coda robusta e tesa.

Il colore del manto del beagle più comune è il tricolore (bianco, nero e marrone). L’altra combinazione di colori più comune è il rosso e il bianco.

Qualunque sia il loro colore, hanno generalmente una punta bianca sulla coda in modo che i cacciatori possano vederli mentre cacciano nell’erba alta.

Beagle in spiaggia al guinzaglio

Carattere del beagle

Tenacia e determinazione: queste sono le due caratteristiche principali che contraddistinguono il beagle.

È molto allegro, vivace e dolce ma anche tanto ostinato e testardo.

La sua indole da segugio lo induce a cercare tracce olfattive e seguirle senza sosta. Per questo necessita di molte uscite e tanta attività all’aria aperta.

Il suo abbaio molto acuto non è frequente se non in particolari momenti di agitazione e eccitazione.

TI PIACEREBBE NON PERDERTI NEMMENO UN ARTICOLO?

Iscriviti alla newsletter e ti invierò personalmente 1 email al mese solo con le novità. Puoi disiscriverti quando vuoi. Te lo garantisco, zero spam!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − 3 =

TORNA SU